Nuove accuse per Benjamin Mendy

A cura di Domenico Caliendo

17 Nov, 2021

Benjamin Mendy adesso ha sulla sua testa ben 6 accuse di stupro ed una di molestie sessuali, tutte su vittime di poco più di 16 anni. Il ventisettenne francese comparirà davanti alla magistratura di Stockport il 17 Novembre.

Mendy accusato di 4 stupri: sospeso dal Manchester City - La Gazzetta dello  Sport

Il ventisettenne francese, adesso, deve affrontare il processo per ben 6 stupri, dopo i “soli” 4 accertati ad Agosto 2021. Ricorderete che abbiamo parlato del caso qui.

Il francese, intanto, è stato sotto custodia cautelare sin dal primo momento, ovvero ad Agosto, mentre a nulla sono servite le numerose richieste di pagamento di cauzione fatte pervenire ai giudici attraverso i suoi legali. La situazione, per il terzino d’oltralpe, non sembra essere delle più rosee, soprattutto dopo l’ulteriore accusa di molestie sessuali, arrivata dopo le prime accuse di stupro.

Tutti i reati, inoltre, avrebbero avuto luogo tra Ottobre 2020 e Agosto 2021, e le prime vittime accertate dichiarano un preciso modus operandi del calciatore, non diffuso però alla stampa

Calcio Premier League Manchester City-shock, Mendy è accusato di 4 stupri:  il club lo sospende - Eurosport

Oggi, 17 Novembre, il calciatore francese apparirà davanti alla corte di Stockport, dove dovrà difendere la sua presunta innocenza. Insieme a lui, un altro uomo, con le stesse accuse, Louis Saha Matturie, di 40 anni, con accuse di stupro e molestie sessuali.

Manco a dirlo, il calciatore, ad Agosto, era stato sospeso dal Manchester City, che si era privato di uno dei suoi più brillanti e versatili terzini, arrivato nel 2017 dal Monaco per ben 52 milioni di sterline. La squadra ha preso subito le distanze dai fatti e il protocollo del club, così come quello di tanti altri, prevede dapprima sanzioni, poi la rescissione immediata del contratto.

Un danno d’immagine, sicuramente, ma anche una grave perdita tecnica come detto, viste le 48 presenze e due reti collezionate con la sponda azzurra di Manchester.

Che sia dichiarato colpevole o innocente (il processo si terrà il 22 gennaio 2022 a Manchester) sicuramente questo caso riporta alla mente tante “glorie” passate che hanno fatto del proprio status di privilegiati un semplice motivo per andare a spasso e credere di essere sopra la legge. Le richieste di cauzione dello stesso Mendy dimostrano come, molto spesso, si provi a ricorrere ai propri bonus per essere, ancora una volta, diverso da tutti gli altri, che si tratti di un politico, di un atleta o un comune cittadino.

Lo ribadiamo, ancora una volta se non si fosse capito. I calciatori non sono al di sopra della legge. Stop.

Iscriviti alla nostra newsletter

Il podcast


© Controcalcio. All rights reserved. Trained and developed by SpritzLabs.
open